BEATA PANACEA
1368 – 2018
Una Storia, Un Cammino, Una Comunità

La Beata Panacea è vissuta tra il 1368 e il 1383 ed il suo culto ebbe un’immediata diffusione a livello locale. La sua storia, narrata inizialmente attraverso le immagini pittoresche, fu messa per iscritto solo a partire dalla fine del cinquecento, su impulso del Vescovo Carlo Bascapè. 

 

SPETTACOLO SULLA BEATA PANACEA

I NOSTRI ATTORI:

                                           

 

BENEDIZIONE STATUA BEATA PANACEA … ALLA ROTONDA

VI domenica di Pasqua anno “B”
Quarona, inaugurazione statua della Beata Panacea
6 maggio 2018

Dopo il tradizionale pellegrinaggio a Ghemme di venerdì, apriamo oggi con la benedizione della statua della Beata l’anno straordinario in ricordo dei 650 anni di nascita della pastorella martire.

La vostra comunità, unita alla comunità di Ghemme, devono molto a questa ragazzina quindicenne che con la sua semplice fede ha segnato la vostra storia. Le sue vicende, come è stato per tutte le sue coetanee, avrebbero dovuto essere ignorate, invece sono appunto 650 anni che si racconta di lei, e questo è un altro miracolo ininterrotto.

Ho riletto in questi giorni ancora una volta la sua storia così come viene sempre raccontata e tramandata da padre (o madre) in figlio nella vostra terra, (e mi auguro che si continui a custodire questa tradizione…). La morte di Panacea sembra assomigliare tanto a uno dei sempre più frequenti drammi che ci vengono raccontati con troppa regolarità sui quotidiani o in televisione. “Preso da raptus uccide il padre, oppure il figlio o la moglie o la fidanzata… e poi si toglie la vita”. Mistero del cuore dell’uomo, capace di iniettare odio anche nei rapporti più sacri e distruggere le relazioni dove dovrebbe esserci il massimo concentrato dell’amore. Ma nella storia di Panacea o Panasia, c’è qualcosa di ben più grande che è testimoniato e annunciato.

Bene ha fatto padre Matteo a proporre la collocazione della sua effige al centro del paese. La sua statua non è solo un richiamo religioso rivolto ai credenti, ma un messaggio che vale per tutti e che ci dice che le cose più belle della storia di questa comunità si sono realizzate non con la forza e la prevaricazione, non con l’odio dell’uno contro l’altro, ma con l’amore, la mitezza, il rispetto reciproco, l’accoglienza verso tutti. Da 650 anni si parla di una ragazzina quindicenne non perché famosa o ricca ma perché è stata trasgressiva amando fino alla fine, imitando colui che i suoi genitori le avevano insegnato a conoscere e a pregare, l’unico vero Maestro di vita, il Signore Gesù.

Scarica l’intera Omelia del Vicario generale

 

INNO ALLA BEATA

Volgiamo il nostro sguardo – All’urna sull’altare
Dove riposa un angel! Che tutti vuole amare. 
Sei bella tra le belle Avvolta di splendor
Conduci la tua gente A Cristo Redentor.

Rit. Beata Panacea Prega per noi Gesù
Donaci la speranza Donaci la virtù
Le nostre preci ascolta Portale tu al Signor
Concedi le tue grazie A chi ti prega ognor.

Sui monti pastorella Fosti un dì mandata
Ma presto su nel cielo Sei martire volata
Esempio di costanza Di fede e vero amor
A te sciogliamo il canto Patrona d’ogni cuor.

Rit.

Sei tu la gran Beata Regina di Quarona
Da tutti invocata Dolcissima patrona
Tu spezzi la catena Che lega il peccator
Tu porti all’infelice La pace del Signor.

Rit.

Siam come pecorelle Che stanno sopra il monte
E vanno a dissetarsi Sempre alla stessa fonte.
Noi qui ci ritroviamo Per dirti con calor
A te vogliam donare Per sempre i nostri cuor.

Rit.

 

PROGRAMMA

Il comitato sta definendo il programma dettagliato e nei prossimi giorni sarà reso noto. Molte le iniziative sono previste per la settimana dal 15 al 23 settembre 2018 quando l’Urna della Beata sarà riportata a Quarona. Processioni serali, momenti di preghiera, concerti musicali … pranzo in corso Rolandi e tanto ancora.

Altre importanti iniziative sono state organizzate già a partire dal mese di maggio:

06 maggio 2018: s.Messa alla Beata al piano, a seguire processione e benedizione della nuova statua posta nella rotonda;

13 maggio 2018: in occasione della festa della mamma, mercatino con oggetti inerenti alla Beata Panacea;

26 maggio 2018: teatro dei ragazzi di quinta elementare sulla storia della Beata Panacea.

 

LA STATUA DELLA BEATA

La realizzazione della statua è stata affidata alla ditta FONDERIA PERINCIOLI di Quarona.

La scultrice Denise De Rocco, ha realizzato il prototipo della statua in creta, successivamente trasformata in gesso e per ultima in cera.

A questo punto, con una specifica tecnica ancora artigianale, si è provveduto alla fusione in Bronzo, per ottenere la statua definitiva.

Modello in cera:

   

Fusione in Bronzo:

             

Statua in Bronzo:

 

 

CONCORSO NELLE SCUOLE

L’Istituto Comprensivo “Martiri della Libertà” (Quarona ed Alta Valsesia), in collaborazione con la parrocchia s.Antonio abate, indicono un concorso di disegno a tecnica libera dal titolo “Panasia fa rima con Fantasia”.

Scarica LOCANDINA 

 

RELAZIONE RELATIVA A:
POSA DI STATUA SULLA ROTONDA IN CORSO ROLANDI

In occasione della ricorrenza dei 650 anni dalla nascita della Beata Panacea che cade nell’anno 2018, la parrocchia di Quarona intende collocare sulla rotonda in corso P. Rolandi, all’incrocio con via Garibaldi, via Marconi, via XX Settembre una statua che rappresenta la Beata Panacea.

Il progetto prevede la rimozione dell’albero che si trova attualmente sulla rotonda, che verrà pertanto spostato e ricollocato nei giardini limitrofi; verranno adottate particolari misure per salvaguardare la ripiantumazione dell’albero stesso.

La statua che si intende collocare verrà realizzata in fusione di bronzo di h. cm 150 posata su un masso in pietra di luserna che di base misura cm 200 x 80 x h. 70 e si rastrema con andamento trapezioidale.

Altri massi di pietra di dimensione ridotta verranno posati adiacenti al masso principale a formare una sorta di corona intorno al nuovo albero che verrà piantato. Si è pensato di mettere a dimora un cipresso che con il suo andamento longilineo e fusiforme non interferisce visivamente con la statua e, a maggior ragione, non ostruisce la visibilità veicolare.

Sull’aiuola circolare verranno piantate delle essenze di tipo rustico, quali lavanda, timo, rosmarino, ginestra tenute ad un’altezza di cm 40-50 max.

    

 

Preghiera alla Beata Panacea

O Dio, Eterno Padre,
tu che all’umile fanciulla Panacea,
candido fiore sbocciato sui monti valsesiani,
hai dato la sapienza del cuore
e la fortezza del martirio,
concedi anche a noi, per sua intercessione,
la grazia di saper corrispondere al tuo amore
accettando con mansuetudine
le prove della vita,
uniti alla passione del tuo Figlio
per la salvezza di tutti gli uomini.
Per Cristo nostro Signore.
Amen